La moviola della 22esima giornata di Serie A

16 Comments

Carpi-Palermo 1-1 (arbitro Rizzoli)

Zamparini s’infuria per il rigore concesso al Carpi: l’entrata in scivolata di Goldaniga su Mancosu è avventata; l’attaccante non fa nulla per restare in piedi, ma la scelta di Rizzoli, su segnalazione dell’addizionale Banti, appare condivisibile.

Goldaniga, Carpi-Palermo

Atalanta-Sassuolo 1-1 (arbitro Gavillucci)

Il gol di Berardi in avvio era regolare. L’attaccante è tenuto in gioco dal piede di Dramé: valutazione complicatissima per l’assistente che, impallato dallo stesso Dramé, perde per un istante l’incrocio e alza la bandierina.

Dramé, Atalanta-Sassuolo

Discussioni a non finire sul rigore concesso all’Atalanta: la dinamica in effetti è strana, ma vede bene Rocchi che invita Gavillucci a fischiare. Antei anticipa, infatti, l’intervento di Consigli con il portiere che a quel punto resta spiazzato e frana inavvertitamente su Kurtic. Da regolamento il penalty è corretto.

Consigli, Atalanta-Sassuolo

Roma-Frosinone 3-1 (arbitro Guida)

Al 2’, su corner di Pjanic, c’è una trattenuta prolungata di Blanchard su Dzeko che era meritevole di un calcio di rigore.

Blanchard, Roma-Frosinone

Sul primo gol della Roma Nainggolan subisce fallo da Rosi, probabilmente sulla linea dei 16 metri, ma Guida lascia correre e per sua fortuna il belga conclude a rete: Salah è in posizione di fuorigioco, ma non sembra disturbare Leali. Non si può affermare che vi sia un’ostruzione chiara della visuale del portiere quindi l’assistente va assolto.

Nainggolan, Roma-Frosinone

Manca un rigore anche al Frosinone: il tiro di Sammarco impatta su Dzeko che si trova a distanza considerevole. Il bosniaco avrebbe tutto il tempo per spostarsi, ma sembra proprio cercare il pallone per poi intercettarlo con il braccio, appena sotto la spalla.

Dzeko, Roma-Frosinone

Chievo-Juventus 0-4 (arbitro Doveri)

Sul gol dello 0-1, Morata è in linea con Frey sul suggerimento di Lichtsteiner. L’assistente è posizionato male, ma la decisione è giusta.

Morata, Chievo-Juventus

Udinese-Lazio 0-0 (arbitro Celi)

Gara complessa, ma Celi e i suoi assistenti se la cavano molto bene. Sull’annullamento del gol di Kuzmanovic c’è Edenilson, autore dell’assist, che è nettamente in off-side: la difficoltà è stabilire chi gli recapita il pallone, ma in effetti si tratta proprio di Kuzmanovic.

Edenilson, Udinese-Lazio

Corretto anche l’annullamento dei due gol di Matri: nella prima occasione l’attaccante è chiaramente in fuorigioco sul tiro di Parolo, deviato e non giocato da un avversario.

Matri, Udinese-Lazio

Nella seconda, il Mitra spinge Heurtaux per smarcarsi e insaccare di testa.

Heurtaux, Udinese-Lazio

Dopo un fallo non fischiato a suo favore, Matri insulta Manganelli e viene espulso. Niente da dire sui due gialli comminati a Danilo: il pestone imprudente su Djordjevic, che si fa anche male, segue un’ammonizione per proteste in seguito a un alterco con lo stesso centravanti biancoceleste.

Danilo, Udinese-Lazio

Napoli-Empoli 5-1 (arbitro Massa)

Massa non fischia un rigore su Higuain, che riesce a calciare lo stesso, nonostante Camporese gli frani addosso facendogli perdere l’equilibrio.

Camporese, Napoli-Empoli

Non viene concesso nemmeno un altro penalty, sempre sul Pipita: Laurini, Tonelli e Camporese intervengono in tre e lo abbattono in area. Ai fini dell’eventuale rosso per chiara occasione da gol sarebbe sempre Camporese il destinatario del provvedimento per una scivolata incauta.

Higuain, Napoli-Empoli

Gabbiadini, che cerca di intervenire sul pallone destinato a Callejon, è in posizione regolare sul quarto gol del Napoli.

Gabbiadini, Napoli-Empoli

Bologna-Sampdoria 3-2 (arbitro Fabbri)

Corretto l’annullamento del gol di Destro che si sistema il pallone con una mano.

Destro, Bologna-Samp

Proteste doriane comprensibili sul rigore che decide la partita: Destro devia di testa da distanza ravvicinata rispetto ad Alvarez che ha il braccio attaccato al corpo e compie un movimento sufficientemente naturale.

Alvarez, Bologna-Sampdoria

Gastaldello e Oikonomou subiscono due gialli diversi, sempre per irregolarità su Muriel: il primo, corretto, è un intervento in ritardo che ferma un’azione significativa mentre il secondo toglie al colombiano un’evidente opportunità di segnare una rete.

Gastaldello, Bologna-Samp

Oikonomou meritava il rosso.

Oikonomou, Bologna-Samp

Torino-Verona 0-0 (arbitro Mariani)

Nel secondo tempo il Toro reclama un rigore per una trattenuta di Albertazzi su Benassi: il difendente abbraccia vistosamente l’avversario con un placcaggio. Episodi del genere se ne vedono in abbondanza in area, ma è bene ricordare che per le trattenute l’entità, pur difficile da stabilire, a fini regolamentari non viene contemplata quindi Albertazzi ha rischiato moltissimo.

Albertazzi, Torino-Verona

Curioso episodio sul finire di primo tempo quando Immobile chiede una maglia di ricambio (la sua è strappata): non si trova e allora ne usa una di Benassi da indossare sotto quella rovinata.

Genoa-Fiorentina 0-0 (arbitro Giacomelli)

Giacomelli risparmia due espulsioni ai giocatori della Fiorentina. Vecino, appena ammonito, viene anticipato da Dzemaili e commette un fallo in netto ritardo meritevole di secondo giallo.

Vecino, Genoa-Fiorentina

Roncaglia, analogamente, rifila una manata a Perotti per impedirgli di ripartire in velocità. Anche il difensore aveva già subito in precedenza un’ammonizione.

Roncaglia, Genoa-Fiorentina

Il contatto in area tra Burdisso e Kalinic è veniale, lo stesso attaccante non prova nemmeno a protestare. Fiscale e al contempo curioso l’allontanamento di Paulo Sousa: Giacomelli, su segnalazione dei suoi assistenti, punisce il tecnico che entra in campo e con il pallone in gioco tocca istintivamente la sfera per risparmiare tempo. A quel punto, giusto riprendere con una palla scodellata.

Paulo Sousa, Genoa-Fiorentina

Milan-Inter 3-0 (arbitro Damato)

Non convince l’arbitraggio di Damato che passa in secondo piano solo per le proporzioni del risultato finale. Il fischietto di Barletta decide di fischiare il meno possibile e di lasciare i cartellini in tasca, ma già a inizio partita, gli episodi da rivedere non mancano: Eder, che brucia sullo scatto Antonelli e si trova nettamente davanti al suo diretto avversario, viene fermato al limite dell’area.

Antonelli, Milan-Inter

Damato punisce un tocco di Eder, che sulla corsa sfiora Antonelli, che a sua volta in caduta coglie l’occasione per stenderlo. La posizione leggermente defilata (quindi la direzione dell’azione) non configurava un’evidente opportunità di segnare una rete, ma un’ammonizione.

Eder, Milan-Inter

Analogamente Miranda si aggrappa a Kucka al limite dell’area: non viene concesso nemmeno il fallo, anche in questo caso meritevole di cartellino giallo.

Kucka, Milan-Inter

A inizio ripresa l’episodio controverso per il contrasto tra Donnarumma ed Eder: il portiere, su retropassaggio di Alex, svirgola il pallone per poi anticipare di un soffio l’attaccante toccando, però, con la mano la sfera per la seconda volta.

Donnarumma, Milan-Inter

Non è rigore, ma calcio di punizione indiretto in area: il caso è comunque anomalo – perché tra retropassaggio e tocco di mano c’è una svirgolata di piede dello stesso Donnarumma – e merita una specifica regolamentare.

Alex, Milan-Inter

Damato e Calvarese si fanno trovare impreparati sul fallo da rigore, giustamente concesso, di Alex su Icardi: l’attaccante sta per calciare in porta, anche se in precario equilibrio. Se non si configura il rosso diretto per l’evidente opportunità di segnare una rete, ci sarebbe quantomeno il secondo giallo.

Alex,Milan-Inter

16 thoughts on “La moviola della 22esima giornata di Serie A”

  1. Thanks for every other wonderful article. Where else
    may anybody get that kind of information in such a perfect way of writing?
    I’ve a presentation subsequent week, and I’m on the search for such information.

  2. Have you ever considered creating an ebook or guest authoring on other websites?
    We have a blog based on the same information you discuss and would
    love to get you share some stories/information. I understand
    my readers would appreciate work. If you’re even remotely interested, you can send me
    an e mail.

  3. Fantastic blog you have here but I was curious about if you
    knew of any message boards that cover the same topics talked about here?
    I’d really love to be a part of online community where I
    can get advice from other knowledgeable individuals that share the same
    interest. If you have any recommendations, please let me know.
    Kudos!

  4. Awesome blog! Is the theme personalized or have you download it from somewhere?
    A theme like yours with a few simple adjustements would really make
    my blog stand out. Please inform me that you got your theme.
    Bless you

  5. I’ve read several just right stuff here. Certainly
    worth bookmarking for revisiting. I wonder how a whole lot effort you place to make this kind of magnificent informative
    internet site.

  6. Do you have a spam problem on this blog; I also am a
    blogger, and I was wanting to know your situation; we have developed some nice procedures and we are looking to swap solutions with other folks,
    please shoot me an e-mail if interested.

  7. Do you have a spam issue on this blog; I also am a
    blogger, and I was wanting to know your situation; many of
    us have created some nice procedures and we are looking to exchange solutions
    with others, why not shoot me an e-mail if interested.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *