Arbitro da galera! In Serbia Obradovic fischia un rigore inesistente e finisce in stato di fermo

No Comments

Quanto può costare un rigore? Si può essere arrestati per aver fischiato un penalty inesistente? Lo sta provando sulla sua pelle Srdjan Obradovic, arbitro serbo, secondo quanto riporta l’Associated Press. La partita in questione è Spartak Subotica-Radnicki Nis e l’episodio è davvero inedito.

Un’invenzione, una pura visione avuta da Obradovic, niente che possa giustificare l’assegnazione del calcio di rigore alla squadra di casa, lo Spartak Subotica, che neanche un quarto d’ora prima aveva beneficiato di un altro penalty. Alla fine la gara finisce 2-0 e i padroni di casa fanno forse il passo decisivo verso il terzo posto che vale l’Europa League. Una decisione assurda, un abbaglio (avrà pensato a un fallo di mano?) che il direttore di gara serbo sta pagando a caro prezzo. L’accusa è di aver commesso un atto criminale e aver abusato della propria posizione, con l’obiettivo di favorire la squadra di casa.

Secondo il “Mundo Deportivo”, il ministero degli interni serbo ha comunicato che il signor Obradovic è in stato di fermo, che può prolungarsi fino a 48 ore, e dovrà rispondere alle domande degli inquirenti sul suo comportamento in campo. Il caso sta facendo il giro del mondo e calcisticamente potrebbe fare giurisprudenza. In Italia, dove ci si lamenta della VAR e si pensa spesso e volentieri ai complotti, come l’avremmo commentato?

Categories: La moviola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *